Taranto – Reggina: Le pagelle degli amaranto

Finalmente!

Prima partita vinta in trasferta dagli amaranto che si tolgono la brutta nomina di essere l’unica squadra d’Italia a non aver mai vinto in trasferta nel campionato corrente.

Partita ricca di emozioni, telecronista di S.t sicuramente simpatico ma che (per chi ci crede) si è dilettato a delle gufate pazzesche contro la squadra di Zeman. Dopo la vittoria di oggi, ecco le pagelle dal nostro punto di vista;

Sala 8: Perfetto in quasi tutte le occasioni, al 12′ compie una prodezza su Magnaghi che tira una sassata dalla distanza. Miracolo al 94′ su una sforbiciata che con un pericoloso rimbalzo impegna l’estremo difensore amaranto.

Gianola 7: Perfetto al 20′ quando chiude bene sull’attaccante negandogli anche il corner. Altro fondamentale intervento al 27′ su Paolucci. Bene anche nel secondo tempo anche se concede qualcosa all’attacco avversario.

De Vito 6,5: Al 5′ ci mette una pezza e ferma Viola. Aiuta molto anche in fase di impostazione

Kosnic 7,5: Ottima la sua amministrazione difensiva, oggi è stato un vero gigante nella difesa amaranto. Sale come al solito nelle occasioni da fermo offensive.

Cane 6,5: Buona la sua prestazione sulla fascia destra, mette spesso in mezzo ottimi palloni. Sbaglia anche tanto, partita di quantità la sua.

Knudsen 5,5: Bene la costruzione della manovra  al 15′ quando serve con precisione estetica Cane, che viene neutralizzato da Somma. Al 33′ su una mischia, prende il pallone, tenta la sciabolata morbida in mezzo ma viene fermato dal colpo di mano di Somma, si procura un calcio di rigore. Diversi errori in fase di smistamento, bene al 68′ quando con un guizzo scarta un avversario per poi essere fermato in maniera aggressiva, per l’arbitro è però tutto regolare, non se la sente di proseguire, esce al 70′ per far posto a Bangu.

Bangu s.v: Occasione pericolosissima quella che crea al 86′ servito sulla linea del fuorigioco da Bianchimano, va uno contro uno dalla laterale offensiva, venendo però fermato dal portiere.

Botta 6,5: Scandisce discretamente i passaggi a centrocampo, smista bene per i compagni. Brutto errore al 18′ in fase di impostazione quando permette al Taranto di ripartire in contropiede. Brutto pallone perso allo scadere che concede una palla “velenosa”.

De Francesco 5,5: Al 20′ risponde al tiro di Magnaghi con una conclusione che sfiora il palo alla destra del portiere. Prende il palo sul calcio di rigore concesso al 33′. Brutta la punizione al 48′ quando scaraventa infatti fuori il pallone. Al 52′ da buona posizione, la mette fuori di testa. Molto bene in chiusura al minuto 89′, consente alla Reggina di ripartire. Esce al 93′ e fa posto a Maesano.

Maesano: s.v

Porcino 7,5 (uomo partita): Una vera spina nel fianco sul fronte sinistro d’attacco, crea diverso disagio alla squadra di casa. Bravissimo al 30′ quando ruba palla al centrocampo, salta l’uomo e riesce a mettere un bel pallone per Coralli che la mette di poco fuori. Fantastico sulla fascia sinistra, al 55′ sfrutta bene il contropiede servendo divinamente Coralli che da due passi la mette dentro. Al 75′ sbaglia nell’uscita difensiva su De Giorgi, che lo salta, ci mette però una pezza e recupera il pallone, mostra la fisicità che non era attesa alla vigilia.

Coralli 7: Servito bene da Porcino al minuto 30, sfiora l’incrocio dei pali mandandola di poco fuori. Segue bene l’azione e da due passi, servito meravigliosamente da Porcino, riesce a metterla dentro portando in vantaggio gli amaranto, non fa tantissimo ma nelle occasioni che contano è praticamente infallibile. Esce al 79′ e fa spazio a Leonetti.

Leonetti: Entra bene in partita, disturba il disperato attacco del Taranto e ha spazio anche per qualche ripartenza. Viene ammonito.

Bianchimano 5: Si divora la potenziale occasione del vantaggio amaranto al 25′ quando, su una punizione calciata in mezzo, la mette fuori di testa. Si procura un buon calcio di punizione al 67′ facendo rifiatare quindi gli amaranto.

Zeman 8: A nostro avviso bene nella scelta dei cambi, la nota lieta è la conferma di un 3-5-2 che ormai sembra essere una certezza per gli amaranto.

Lascia un commento