Reggina-Paganese, l’ultima volta fu festa grande. E con la maglia celebrativa…

Si torna in campo

Si torna a calcare un terreno di gioco, finalmente! Il 2018 di Reggina e Paganese si aprirà questo pomeriggio allo stadio “Oreste Granillo”. Tra seconde rivoluzioni, polemiche, acquisti, cessioni e situazioni societarie delicatissime, la palla passa al campo.

LE DUE SQUADRE 

Cinque punti separano le due squadre, con i campani in piena zona playout ed i calabresi col fiato sul collo delle squadre che li precedono. Gli ospiti in scena al “Granillo” sono la seconda peggior difesa del campionato, mentre i padroni di casa, oltre ad essere la terza peggior difesa, sono anche il secondo peggior attacco. Paganese reduce da due sconfitte consecutive, un “toccasana” la vittoria della Reggina sul Catanzaro dopo un agonia lunga nove partite.

REGGINA

Nonostante il mancato rinnovo di De Francesco, si pensa che il calciatore laziale potrebbe partire ugualmente da titolare. Reggina che ha piazzato i colpi Giuffrida, Armeno, Hadžiosmanović e Castiglia in entrata, cedendo Di Livio, Maesano e Tazza (per ora). Quella amaranto è una delle squadre più attive sul mercato, sia in entrata che in uscita. Sono 20 i convocati per la gara di oggi: ci sono tutti i neo acquisti, fuori, invece, i vari Porcino, Mezavilla, Di Filippo e Silenzi, oltre agli infortunati Sciamanna e Garufi. Reggina che non vince tra le mura del “Granillo”, che sarebbe dovuto essere un fortino anziché un terreno di conquista, dalla gara contro il Catania targata 28 Ottobre 2017.

PAGANESE 

Nessun innesco in casa Paganese nel mercato di Gennaio. D’altronde, con l’attuale situazione societaria, sarebbe difficile pensare ad ulteriori sborsi economici. Il grido d’allarme del presidente Trapani ha demoralizzato la piazza, che già si ritrova al penultimo posto in classifica. Campani che ritrovano Picone in mezzo al campo, ma che dovranno fare a meno di Negro, Grillo e Fabinho. L’ultima vittoria della Paganese è targata 3 Dicembre 2017, nel secco 0-3 alla Sicula Leonzio.

PROBABILI FORMAZIONI

REGGINA (4-3-1-2): Cucchietti; Pasqualoni, Laezza, Gatti, Solerio; Marino, Giuffrida, Armeno; De Francesco; Tulissi, Bianchimano. All.Maurizi

PAGANESE (4-3-3) – Gomis; Picone, Meroni, Piana, Della Corte; Tascone, Bensaja, Maiorano; Cesaretti, Scarpa, Talamo. All.Favo

I PRECEDENTI

La prima volta di Reggina-Paganese risale ad 89 anni fa. In terra calabrese, i campani hanno giocato 10 partite perdendone 5, pareggiandone 4 e vincendone una. L’ultima sfida, invece, è stata quella del 7 Maggio scorso (4-3).

L’ULTIMA VOLTA FU FESTA GRANDE

L’ultima volta di Reggina-Paganese fu festa grande. Fu la gara con più presenze della scorsa stagione e della dirigenza Praticò. Quasi 8.000 cuori amaranto in procinto di far festa per la salvezza, concretizzatasi al fischio finale. Una grande giornata di sport a tinte amaranto che resterà per sempre nella storia amaranto.

 

E CON LA MAGLIA CELEBRATIVA…

In occasione della gara di oggi, la Reggina scenderà in campo con la maglia celebrativa dei 104 anni di storia, compiuti lo scorso 11 Gennaio. Una maglia, quella celebrativa, con un aneddoto particolare. Un aneddoto che potrà ripetersi. Con la maglia celebrativa, alla prima del 2018 in casa, la Reggina targata Praticò ha sempre vinto, e in più, con lo stesso risultato. Nella stagione 2015-2016, l’allora Asd Reggio Calabria battè l’Aversa Normanna per 2-1 con le reti di Oggiano e Maesano in rimonta al gol di Esposito. Stesso risultato lo scorso anno nel match contro l’Akragas, quando il gol finale di Gomez non sortì alcun effetto alle due marcature amaranto firmate Porcino-Coralli. Vittoria e 2-1 sembrano essere due punti fermi dell’esordio in maglia celebrativa, ci auguriamo sia così anche quest’anno.

 

L’ARBITRAGGIO

L’arbitro del match sarà Nicola De Tullio mentre gli assistenti saranno Michele Falco e Domenico Palermo.

Polemiche a parte, dunque, si torna in campo. La Reggina ha bisogno del sostegno dei suoi tifosi. Perchè la Reggina si ama, non si discute.

 

Leggi anche:

Lascia un commento