Reggina, il Matera dilaga, al Granillo è 2-6 il finale…ma a vincere è la Curva Sud !

Al Granillo finisce 2-6 tra Reggina e Matera, grande batosta per gli amaranto, ma la vera vvincitrice è  la curva sud…

Che il Matera era favorito, beh, questo lo sapevamo tutti, ma il risultato finale di 2 a 6 non se lo aspettava neanche il più pessimista dei tifosi amaranto. Perdere in casa così fa male, e non solo per la classifica, ma anche per aver deluso i circa 4.500 tifosi presenti stasera al Granillo.

La vera vincitrice stasera è stata sicuramente la curva sud, che con la sua splendida coreografia composta da uno stendardo con la frase “Vorrei che fosse ogni giorno domenica, vorrei che fosse sempre con te”  accompagnata da una serie di fumogeni amaranto, ha reso spettacolare l’inizio di serata e, con la sua voce ed il suo entusiasmo un po meno amara la sconfitta.

img-20161023-wa0028

img-20161023-wa0030

Coreografia ben riuscita e si parte, il Matera conquista subito un calcio di rigore al 7′ realizzato da Negro che porta in vantaggio i suoi. Il bomber biancoazzurro raddoppia dopo 20 minuti essendo a tu per tu davanti a Sala dopo una bella combinazione. La Reggina pur giocando male nel primo tempo trova il gol che accorcia le distanze con Porcino su assist di capitan Coralli al 31′. Il solito Negro realizza una tripletta al 38′ che chiude di fatto il primo tempo. La Reggina nel secondo tempo scende in campo con un altro spirito e segna al 50′ con un cross indirizzato a Coralli deviato in porta dal difensore De Franco, si tratta di autogol. Dal 75′ in poi un gol annullato a Coralli e Matera scatenato che trova tre gol, prima con Carretta (75′), poi con Iannini (89′) e per finire con l’ex amaranto Adriano Louzada (92′).

Tra gli ex amaranto presenti questa sera non solo Louzada, ma anche Giovanni Di Lorenzo, Marco Armellino e Francesco De Rose.

Il Matera sempre più quarto in classifica, la Reggina sprofonda dodicesima, sarà molto importante la gara di Domenica prossima a Vibo Valentia per gli amaranto di Zeman.

Leggi anche:

Lascia un commento