REGGINA – Curva Sud a rischio chiusura

Molte, moltissime polemiche arrivate da ogni dove per la coreografia che, per i primi 5 minuti del secondo tempo, la Curva Sud della Reggina ha esposto. Nonostante gli sfottò siano “alla base” del tifo, ospite e locale, in partite come questa (derby), a molti (catanesi e anche reggini) non è andata affatto giù questo tipo di coreografia, segno di discriminazione territoriale e razzismo verso i tifosi ospiti.

Vulcano Etna che giganteggiava con della lava (effetto dei fumogeni) e città ai piedi con croci piazzate al di sotto del vulcano con la scritta “Nessun elefante vi protegge, prima o poi l’Etna vi distrugge”. Questa la coreografia che ha generato polemica:

Curva che diventa il tasto dolente di una serata a dir poco incomiabile per via del lancio di fumogeni in campo (durante e dopo la coreografia) con interruzione della gara per alcuni minuti.

Dopo il gran clima derby, la festa finale e la gioia per il successo amaranto, la Curva Sud rischia la squalifica. C’è il rischio che, nella gara dell’8 Novembre tra Reggina e Siracusa, i ragazzi di mister Maurizi potrebbero giocare a “curva chiusa”.

Leggi anche:

Lascia un commento