Reggina, che cuore! Bianchimano manda ko il Catania, è 2-1

Alla Reggina il Derby col Catania. Amaranto vittoriosi al ’95 grazie ad un gol firmato Bianchimano che trasforma il “Granillo” in una bolgia. Mister Maurizi aveva chiesto di giocare “alla morte” e così è stato. Cuore, tanto cuore per i ragazzi amaranto che contro i favori del pronostico stendono una delle contendenti per il salto di categoria.

Esordio di Di Livio che mostra subito gran classe e belle giocate agli occhi dei suoi tifosi. Primi dieci minuti di comando del Catania e Reggina che aspetta gli sviluppi delle azioni avversarie, poi lo scenario cambia e la Reggina inizia a giocare come sa: col cuore. Guizzo di De Francesco a centrocampo con un lancio col contagiri per Bianchimano che stoppa al volo rientrando verso l’interno e battendo Pisseri (’18). Il Catania c’è, la Reggina pure. Tuttavia, uno stacco di testa di Curiale al ’43 insacca Cucchietti e nega agli amaranto di andare a riposo in vantaggio. A proposito di Cucchietti, altra grande prestazione del portiere di proprietà del Torino, decisivo più volte nel primo tempo sugli assalti catanesi. Secondo tempo che si apre con la coreografia della curva sud e con qualche polemica riguardante il lancio di fumogeni in campo provenienti dalla stessa. Un secondo tempo che non abbatte gli amaranto, ma li potenzia. Il gol del pari è già dimenticato e, sotto i cori della sud, gli uomini di Maurizi partono alla grande dando il 110% e, in qualche circostanza, mettendo sotto il Catania. La partita sembra finita, ma è al ’95 (dopo sei minuti di recupero) che arriva il guizzo vincente. De Francesco crossa dalla destra e Bianchimano, a botta sicura, batte Pisseri facendo “crollare” la Curva Sud con il “Granillo” che diventa una bolgia.

Gara terminata tra gli applausi e con il classico coro finale che fa gonfiare il petto d’orgoglio a tutti presenti. Squadra che si dimostra Bianchimano-dipendente per via del gran lavoro del centravanti in avanti con corsa, sacrificio e gol. Una Reggina cuore e gambe manda ko il Catania e vola al settimo posto in classifica incorniciando un avvio di stagione emozionante e di gran lunga al di sopra delle aspettative.

 

Leggi anche:

Lascia un commento