Reggina che vince e convince, ma qualche disattenzione grida vendetta

Un punto per gli amaranto che lascia un po’ l’amaro in bocca

Questa squadra piace e convince tutti, ma su alcune azioni fa davvero rabbrividire.

Ciò che è successo oggi nell’azione del contropiede per il Monopoli, ha fatto mormorare un po’ tutti i tifosi reggini. Come è possibile lasciare un calciatore completamente solo a tu per tu con il portiere?

In una partita dominata e che poteva portare tranquillamente altri tre punti in classifica, l’errore difensivo è stato un pugno nell’occhio.

Non è la prima volta che si vedono errori del genere o piccolezze che potrebbero essere evitate con un po’ più di attenzione.

Ad oggi ci si accontenta di un punto messo nel bottino, ma in situazioni più critiche questi errori non saranno accettati con leggerezza.

C’è da lavorare molto sulla fase difensiva, Maurizi ad oggi ha provato tutte le combinazioni possibili per migliorare il reparto, ma i risultati sono altalenanti e spesso costringono il mister stesso a cambiare schema e calciatori nel corso della partita.

In molte occasioni i due centrali  devono rimediare agli errori degli esterni, lasciando così il reparto scoperto.

Poca la comunicazione che si evince tra la difesa ed il portiere, che spesso costringe gli uni o l’altro a rimediare in calcio d’angolo.

Questa squadra è tanto giovane e deve crescere molto, ma perché accontentarsi quando si può ambire al meglio?

Leggi anche:

Lascia un commento