Reggina-Catania: esserci è importante. Polemiche a parte, riempiamo il Granillo!

Reggina-Catania: una sfida, due città, centinaia di ricordi, migliaia di tifosi. La sfida di domani sera (ore 20:30) sarà un ritorno alla storia ma con la consapevolezza, per le due squadre, di avere davanti un presente importante nel quale bisogna gettare basi ben solide per un roseo futuro.

Sulla carta il Catania è superiore agli amaranto, ma in gare come questa, azzardare un pronostico è pressoché difficoltoso e impensabile. Soprattutto quando si parla di un Derby, uno di quelli entrati di diritto nella storia del calcio italiano. Quel Derby del Sud Italia che, domani serà, avrà gli occhi di tutto il Meridione (e non solo) puntati su di esso. Due città affamate di calcio alle quali la Serie C sta stretta per via di un blasone conquistato, da ciascuna delle due, anno dopo anno.

Classifica e gloria: ecco a cosa servono i tre punti in palio domani. Punti in più in classifica servirebbero per la corsa al conseguimento dei rispettivi obiettivi. Ma quale tifoso (amaranto/rossazzurro) non vorrebbe la vittoria della propria squadra in un Derby importante e ricco di storia come questo ? La risposta è semplice, nessuno.

Sarà una partita all’insegna dello spettacolo, ma non solo in campo, bensì sugli spalti. Già, perché la tifoseria amaranto e quella rossazzurra sono da tempo sul palcoscenico del tifo nazionale ed internazionale, conosciute in tutt’Italia per il grande spettacolo gratuito che danno sugli spalti ed il calore che trasmettono a chi è in campo.

Calore e spettacolo che non mancherà sicuramente neanche domani. I tifosi etnei giungeranno numerosi nel settore ospiti, tifosi reggini chiamati a raccolta per far del “Granillo” una vera e propria bolgia. “Chiamati a raccolta” per via della “Giornata Amaranto” che ha causato qualche polemica di troppo tra i supporters calabresi. Mettere da parte la questione dell’acquisto del tagliando anche da parte degli abbonati (tra l’altro puntualizzato nella presentazione della campagna abbonamenti stessa) ed accorrere in massa per sostenere la propria squadra del cuore e la propria città, quella difesa e amata negli anni “d’oro”, quella che ci ha fatto sorridere, piangere e gioire, quella che ci ha regalato emozioni indescrivibili che sono tutt’ora un bene inalienabile di chi, quelle emozioni, le ha vissute. Tutto quell’amore e quella voglia di andare allo stadio non è sparito, ma nascosto. Nascosto dalla categoria, dalle aspettative, dai risultati, insomma, da una serie di cose. Ma Reggio sa quanto i tifosi sono importanti per la Reggina, e sa anche che domani sera (ribadiamo l’orario, ore 20:30) al “Granillo” ci vorrà il cosiddetto “pubblico delle grandi occasioni”, per far sentire tutto il calore possibile a quei ragazzi che stanno onorando, sudando e lottando per la maglia amaranto.

Esserci domani è importante, amare la Reggina è un privilegio, sostenerla è un dovere… Popolo amaranto, riempiamo il Granillo!

PER INFO SUI BIGLIETTI CLICCA QUI

 

Leggi anche:

Lascia un commento