Reggina, Basile: “Ci dispiace ma De Francesco e Porcino ci hanno comunicato di non voler rinnovare..”

Intervenuto ai microfoni di TuttoC, il direttore dell’Area Tecnica amaranto, Salvatore Basile ha comunicato l’intenzione dei due pezzi pregiati, di non voler rinnovare il loro contratto, oltre al resto dei temi trattati.

Quali sono i vostri obiettivi?

“Un difensore, un centrocampista e vediamo poi come muoverci davanti. 3-4 operazioni in entrata credo saranno sicure, poi le altre dipenderanno dalle uscite. Il mercato di gennaio comunque è da prendere con le pinze, non è affatto facile muoversi. Per questo saremo oculati, dobbiamo sempre far quadrare i conti prima di tutto. Il risultato sportivo deve viaggiare parallelo a quello economico. Tante squadre fanno campagne acquisti faraoniche riempiendosi di debiti”

Il capitano e il vice-capitano, De Francesco e Porcino, sono in uscita?

“Ci hanno comunicato da un paio di giorni di non essere interessati a rinnovare il contratto con noi. Ovviamente ci siamo rimasti male ma non possiamo far altro che prenderne atto e trovare la soluzione giusta per tutti. Al momento, per entrambi, non ci ha contattato nessuno, aspettiamo che arrivino le offerte. Vogliono misurarsi in una categoria diversa, rispettiamo la loro volontà”.

Come verranno sostituiti?

“Intanto è già arrivato Giuffrida, ora con serenità cercheremo altri rinforzi ma senza strafare”. 

In avanti Bianchimano andrà via?

“Al momento siamo contenti che sia con noi. Tante squadre hanno chiesto informazioni ma la sua uscita non è la nostra priorità. Credo che quando arriverà la richiesta giusta ci saluterà ma non credo che questo accadra a gennaio. Finiamo il campionato e ne parliamo”.

In entrata si parla di De Vito, Tissone e Madonia.

“Su De Vito ci avevamo già ragionato questa estate, penso potrebbe arrivare con uno scambio, la metodologia più in voga in questa sessione di mercato. Tissone non lo abbiamo mai trattato mentre su Madonia non vi è nulla di definito: stiamo valutando, al momento non c’è nulla più di un pour parler”. 

La speranza del vostro mercato qual è?

Dare in mano a mister Maurizi una squadra che possa salvarsi proponendo un buon calcio. Un po’ come è successo tante volte nella prima parte della stagione. Ci sono state tante critiche nell’ultimo mese, dovute a risultati non esaltanti. Però bisogna ricordarsi che abbiamo la rosa più giovane del girone: giochiamo con 5-6 under a partita, l’età media è di 21-22 anni. E col Catanzaro abbiamo vinto il derby chiudendo il match con otto under su 11 giocatori”.

Leggi anche:

Lascia un commento