LEGA PRO – La Vibonese festeggia e ringrazia

Lungo post di ringraziamenti della US Vibonese su Facebook, dopo il ripescaggio della squadra in Lega Pro.

Grandissimo traguardo raggiunto dal club rossoblù, che dunque disputerà il torneo di terza serie, punto più alto per la storia del club. Ultima volta tra i Prof, risale al torneo 2011-2012.

 

Grazie a tutti…

Adesso è ufficiale. Adesso è il momento di festeggiare. Da domani si penserà alla Serie C ed a come affrontarla, con l’aiuto di tutti. Dentro e fuori dal campo.
Questo storico salto in Serie C va ascritto principalmente al presidente Pippo Caffo ed al dg Danilo Beccaria. Hanno fatto per la Vibonese delle cose “pazzesche”. Vibo e la provincia devono essere grate ad entrambi.
La squadra di Serie C rappresenta un momento di crescita anche per questo territorio e per questa città che hanno mille problemi.

Grazie, allora, a te, presidente Pippo, alla tua sana passione. Al tuo amore sincero per questi colori. Al tuo essere un esempio per tutti noi, di stile, accoglienza, affetto, bontà e volontà.
Grazie a Danilo Beccaria, unico compagno di viaggio del presidente, disponibile come pochi, amabile e benvoluto. I tuoi sacrifici sono stati ugualmente elevati ed hai motivo di essere orgoglioso per ciò che hai fatto.
Grazie Marcello Battaglia, direttore sportivo dinamico e intraprendente, che con grande umiltà si è messo al servizio della Vibonese.
Grazie al grande segretario generale Saverio Mancini, ai giovani e valorosi segretari Alfonso De Rito e Roberta Mancini. La segreteria era e rimane il punto di forza della U.S. Vibonese e l’operato svolto per il ripescaggio conferma tutto ciò. Hanno fatto un capolavoro!
Grazie al mitico Carlo Sposato, una leggenda.
Grazie a tutti i collaboratori, da Roberto Russo a Domenico Mazzitelli, da Totò Cortese a Romano Lytvin, da Umberto Franza a Enzo Messina, per arrivare a tutti i componenti la Scuola calcio ed il Settore giovanile, con in testa il direttore Rino Putrino.
Grazie a tutti i calciatori, anche a coloro che non fanno più parte della Vibonese, per aver dato il proprio decisivo contributo per essere arrivati fin qui.
Grazie a mister Di Maria, che ci ha preso in Eccellenza e ci ha lasciato in Serie C: il tuo senso del lavoro, le tue competenze, la tua bravura le porteremo sempre con noi.
Grazie a mister Salvatore Periti, collaboratore tecnico premuroso, scrupoloso, serio, amante del lavoro e nemico delle chiacchiere.
Grazie a Peppe Graci ed a Bruno Tamburro, punti fermi della prima squadra, e a tutti i tecnici del vivaio per l’impegno che ci mettono quotidianamente.
Grazie a tutti coloro che vengono allo stadio a darci una mano, a tifare per noi, a farci sentire la propria presenza.
Grazie a chi ci segue pure in trasferta: quel piccolo spazio rossoblù per noi è motivo di orgoglio.
Grazie a chi ci è sempre stato vicino, anche nei momenti di difficoltà, anche quando dovevamo giocare in Eccellenza (ed eravamo veramente in pochi).
Grazie a chi ci segue da lontano e sul nostro sito o sulla nostra pagina Facebook non fa mancare il proprio contributo. Anche con critiche costruttive. Si vede lontano un miglio che alle spalle c’è una passione pura.
Grazie a coloro che sono lontano e non possono essere fisicamente presenti: sappiate che vi sentiamo vicini ugualmente.
Grazie a chi si è allontanato dallo stadio, ma in cuor suo pensa sempre alla Vibonese. Speriamo di ritrovarlo al campo.
Grazie a tutti quegli organi di informazione che ci hanno seguito e ci hanno dedicato lo spazio necessario per dimostrare che eravamo vivi, anche dopo anni sfortunati.
Grazie anche a chi ci darà una mano di aiuto nel prossimo torneo di Serie C.

Ed oggi che è festa ringraziamo pure chi sperava che non venissimo ripescati, chi ha sempre buttato m…a sulla Vibonese, chi non ci ha degnato della sua presenza neppure nelle occasioni importanti e chi adesso è pronto a salire sul carro dei vincitori… Benvenuti lo stesso: c’è spazio anche per voi!

Noi siamo la Vibonese!
L’anno scorso eravamo orgogliosi D esserci!
Adesso noi C siamo!

US VIBONESE CALCIO

Leggi anche:

Lascia un commento