Da Acerbi a Barillà, passando per Bianchi e Borriello… Tutti gli ex amaranto protagonisti in Serie A e B

Da Acerbi a Barillà, passando per Marco Borriello e Antonino Ragusa, senza dimenticare Gianmario Comi e Rolando Bianchi e finendo con Laverone e Lucioni. Gli ex amaranto si sono resi protagonisti della 32^ giornata di Serie A e della 36^ della serie cadetta.

Partendo dalla Serie A, giocata sabato, sul tabellino del direttore di gara Gianluca Manganiello troviamo in primis il nome di Marco Borriello in Cagliari-Chievo Verona, che dopo 11 minuti porta in vantaggio i rossoblù che vincono per 4-0 sui clivensi. Borriello arrivò in riva allo Stretto nell’estate 2004, trascorrendo una sola stagione in maglia amaranto. In questa d’altronde, guarda spesso e volentieri i compagni di squadra dalla panchina. Pur partendo dalla panchina, riesce a tirarsi le 30 presenze stagionali e a segnare due reti, contro Siena e Udinese. Per l’attaccante napoletano, 15° centro stagionale e scommessa vinta con Bobo Vieri, che dovrà pagare una vacanza all’attaccante del Cagliari.

Sempre restando nel massimo campionato italiano, diamo uno sguardo alla partita del Mapei Stadium tra Sassuolo e Sampdoria, nella quale la vittoria neroverde (2-1) è stata totalmente di marchio amaranto. Sono Antonino Ragusa e Francesco Acerbi difatto, a siglare nella ripresa rispettivamente il primo ed il secondo gol, per entrambi è il 4° centro in campionato. Il messinese Ragusa (27 anni) disputò 34 partite in maglia amaranto realizzando 7 reti sotto le direttive di mister Roberto Breda nella stagione 2011-2012. Il difensore classe ’88 invece, giocò la stagione 2010-2011 in riva allo Stretto, disputando 40 partite e segnando 2 reti.

Tra le marcature della Serie B invece, il reggino doc Antonino Barillà che al ‘3 apre le marcature contro la capolista Spal (poi 2-1). Barillà, soprannominato “Ninu ra Catuna” dai tifosi reggini, è cresciuto nelle giovanili della Reggina e, il 7 Maggio 2006 esordisce in Serie A con la maglia amaranto contro la Fiorentina. Nella stagione seguente (2006-2007) è spesso convocato nella prima squadra di Walter Mazzarri riuscendo a collezionare in totale altre 4 presenze in Campionato e 1 di Coppa Italia. Nella stagione 2008-2009 si ritaglia un posto da esterno di centrocampo nell’undici titolare di Nevio Orlandi ed il 26 Aprile 2009 realizza il suo primo gol in Serie A in Reggina-Juventus terminato 2-2, dove Barillà batte di testa Buffon e realizza il momentaneo 1-0. Nella stagione 2009-2010, nonostante la squadra sia appena retrocessa in Serie B, Barillà non ne vuole sapere di andare via dalla squadra calabrese della quale diventa capitano e bandiera del club. In totale, l’ex amaranto ha attualmente 171 presenze e 11 gol con la maglia amaranto.

Anche in Vicenza-Pro Vercelli la vittoria dei piemontesi è stata resa tale grazie ad una rete di Gianmario Comi subentrato al posto di un’altro ex amaranto, Rolando Bianchi. Comi arrivò a Reggio Calabria nella stagione 2012-2013, nella quale collezionò (nel campionato di Serie B) 35 presenze ed 11 reti. A lasciargli il posto, come detto, Rolando Bianchi, che in riva allo Stretto realizzò 19 reti (di cui una nel derby vinto contro il Messina) in 46 presenze. Nella stagione 2006-2007, anno della storica salvezza, lui e Amoruso furono la coppia più prolifica di quel campionato con 35 reti in due. Bianchi, proprio in questa giornata di campionato contro il Vicenza, ha raggiunto quota 400 presenze tra i professionisti.

Un’altra vittoria di misura con marchio amaranto nella serie cadetta è stata quella dell’Avellino sul campo del Pisa. L’ex Reggina Lorenzo Laverone ammutolisce l’Arena Garibaldi al 48′ e regala i tre punti agli arpini. Laverone veste la casacca amaranto nella stagione 2010-2011 sotto la guida di Gianluca Atzori. Qui risulta essere una delle sorprese del campionato, colleziona 22 presenze e viene convocato nella “B Italia”. 

Ultimo protagonista, in peggio però, il difensore del Benevento, Fabio Lucioni. Un suo autogol ha difatti regalato la vittoria al Brescia. L’ex Reggina (dal 2012 al 2014 con 51 presenze e 3 gol) milita nella stessa squadra di altri ex amaranto come Melara, Viola e Ceravolo.

Pezzi di Reggina sparsi tra Serie A e Serie B che continuano a dire la loro…

(Immagini Zimbio e Pinterest)

Lascia un commento