Conferenza stampa: le dichiarazioni di Maurizi

Apriamo con gli indisponibili della giornata: Sciamanna (infrazione all’osso  (sotto l’alluce)) – Garufi.

Ecco invece un riassunto testuale, della conferenza stampa, tenuta da mister Maurizi quest’oggi.

Questa partita è importante per tanti aspetti, con quale spirito la affrontiamo? La vittoria dovrebbe confrontarci anche sul piano del morale.

– “Si abbiamo vissuto una partita particolare, abbiamo fatto una grande impresa, non era facile giocare quella gara, inutile soffermarci su determinati aspetti, siamo stati fortunati e bravi a ribaltare e far nostra la partita.
Non ci devono condizionare i risultati che come già detto sono frutto di situazioni, quello su cui ci dobbiamo basare è soffermarci sul lavoro, nel mondo del calcio conta solo se fai goal non è però il mio pensiero.”

La collocazione iniziale di de Francesco dava sia alla Reggina sia al giocatore stesso la possibilità di esprimersi al meglio e di prendere qualche calcio in meno, corretto mister?

– “Noi abbiamo bisogno di equilibrio, preferisco un gioco più brutto ed equilibrato che viceversa.”

Mister affrontiamo il secondo attacco e la miglior divesa, come si affronta questa gara?

– “Noi ci alleniamo per essere propositivi, dobbiamo tenere conto però che ci sono anche gli avversari.”

Laezza meglio dentro che esterno?

– “Lui è nato come esterno, terzino destro, lo scorso anno ha fatto bene anche come interno, avendo un giocatore così credo che possa fare meglio sia come esterno che sia come interno.”

Noto che fuori casa ha un atteggiamento diverso, in casa noto che spesso, soprattutto a centrocampo non attua il pressing sui portatori avversari e in secondo modo i calciatori, non rispettano, probabilmente presi dalla frenesia, i ruoli pre assegnati. È una constatazione giusta?

– “Nella vita, nel calcio abbiamo le opinioni e i dati di fatto, le opinioni vanno rispettate ma restano tali, io posso dire quello che voglio ma resta sempre un opinione. Noi alterniamo una difesa individuale ad una difesa a zona, è chiaro che la tattica preimpostata può essere diversa da quello che poi viene fuori, può dipendere da un giocatore in una particolare giornata, in positivo o in negativo, oppure in una situazione che ci danneggia e rimediamo un giallo e magari quel giocatore deve essere meno aggressivo di quanto noi vorremmo.”

Tullissi ha sulle gambe l’intera partita?

-“Sisi, certamente, poi non so se giocherà bene o male.”

I dati dicono che la Reggina è una delle squadre più tartassate come falli, c’è un modo per aggirare questa inerzia e di subire meno contrasti?

– “Certamente hai dei dati che non sono opinioni, ma sono appunto realtà, mi era sembrato che nei nostri confronti ci fosse un gioco più duro, magari i giocatori esperti cercano di non far ripartire il gioco avversario; magari dovremmo abituarci ad essere meno molli e a fare entrate più dure anche noi.”

Pregi o difetti del Monopoli, le migliori qualità?

– “È una squadra che fa della compattezza il suo punto di forza, sta molto bene in campo, i numeri dicono questo, noi però abbiamo le caratteristiche per fare bene.”

Leggi anche:

Lascia un commento