Brignoli come Taibi, Benevento come la Reggina: a distanza di 16 anni un altro gol storico di testa (VIDEO)

Da Taibi a Brignoli, il passo è lungo 16 anni. Sedici anni dopo un portiere italiano segna di testa e porta la sua squadra al pareggio. È la dimostrazione che anche l’estremo difensore può dare una mano d’aiuto una volta oltrepassata la propria area di rigore. È la dimostrazione che crederci davvero, a volte, può portare a risultati fantastici ed emozioni indescrivibili.

Successe esattamente il 1° Marzo 2001: Massimo Taibi, allora ex portiere della Reggina di mister Colomba (in Serie A), insacca di testa il portiere dell’Udinese Turci e consente alla squadra amaranto di pareggiare i conti (1-1) al 42′ del secondo tempo. Un “Granillo” che si trasformò in una bolgia sia per l’importanza del gol, sia per l’incredulità di come, quel gol stesso, avvenne.

A distanza di 16 anni l’incredulità resta sempre la stessa e la gioia raddoppia. L’eroe di giornata, questa volta, è il portiere del Benevento Alberto Brignoli. Nella gara delle 12:30 contro il Milan, l’ex portiere della Ternana fa impazzire il “Ciro Vigorito” con un colpo di testa in tuffo, al 95′, che pareggia i conti e porta il primo punto in Serie A dello Stregone.

Una rete che entra sicuramente nella storia del club campano e della massima serie calcistica italiana. A distanza di 16 anni, dunque, un gol storico si ripete: Brignoli come Taibi, la storia si rinnova e, con il passare degli anni, non sarà mai dimenticata…

Leggi anche:

Lascia un commento