REGGIO CALABRIA – Sacerdote deteneva materiale pedopornografico.

Alcuni fedeli segnalavano da tempo il comportamento anomalo del parroco della chiesa di San Gregorio, don Carmelo Perrello ed in seguito alle stesse segnalazioni, è stato emanato un decreto di perquisizione da parte della Procura della Repubblica per detenzione di materiale pedopornografico e rapporti sessuali con minorenni.

La notizia é riportata dal periodico “Avvenire di Calabria”, edito dalla Curia arcivescovile reggina.

“L’Arcivescovo, fiducioso nel lavoro della magistratura – é detto in una parte: si pone sin da ora in atteggiamento amorevole nei confronti delle presunte vittime, chiedendo perdono per l’eventuale male arrecato”.

L’inchiesta sul religioso é gestita dal Procuratore della Repubblica aggiunto, Gerardo Dominijanni.

Leggi anche:

Lascia un commento