Stato di agitazione al Porto di Gioia Tauro!

Avendo appreso che i lavoratori portuali avrebbero anticipato spontaneamente lo sciopero previsto per domani presso il Porto di Gioia Tauro, ponendosi già dalla notte passata in stato di agitazione, il Partito della Rifondazione Comunista vuole rinnovare la sua solidarietà ed esprimere la sua soddisfazione per questa coraggiosa presa di posizione.
Un gesto audace che, accelerando rispetto all’inizio della manifestazione “Noi ci crediamo” annunciata per la giornata del 30 ottobre, deve rendere chiaro, in particolar modo a tutti coloro i quali pensassero di risolvere questa questione con qualche passerella mediatica e qualche vana promessa, quanto siano determinati in questa battaglia i lavoratori portuali che, uniti, rivendicano a gran voce il loro diritto ad avere risposte concrete in merito alle promesse sul rilancio dell’attività portuale.

Il Partito della Rifondazione Comunista della Federazione di Reggio Calabria ribadisce la sua piena adesione a questa lotta e, confermando la sua presenza all’iniziativa di domani, incoraggia i lavoratori a non retrocedere di un passo rispetto alle richieste prodotte e a prolungare lo stato di agitazione fino a quando non saranno fornite loro tangibili garanzie rispetto alle sorti dello scalo gioiese.

Comunicato Stampa

Leggi anche:

Lascia un commento