REGGIO – Renzi contestato alla partenza della tappa di “Destinazione Italia”

Matteo Renzi arriva a Reggio Calabria, toccata e fuga per lui nella città di partenza della prima tappa della sua due giorni in Calabria a bordo del treno “Destinazione Italia”. Il Segretario del PD sta girando a bordo di questo treno, composto da 5 carrozze,  tutto il Paese per raccogliere idee e programmi da utilizzare in campagna elettorale alle prossime elezioni.

Ad accompagnarlo in questa prima giornata di viaggio, che lo porterà a Rosarno per visitare La Fattoria della Piana”, Angela Marciano’ comparsa con largo anticipo alla Stazione Centrale e Sebi Romeo, segretario provinciale del partito oltre che al Sindaco Giuseppe Falcomatà che con la sua presenza ha messo a tacere le voci di chi non lo voleva presente oggi a testimonianza della rottura con Renzi. Certo è che qualora ci siano stati dei malumori e delle incomprensioni tra i due, non si sarebbe potuta trovare occasione migliore di questa per un faccia a faccia chiarificatore.

All’esterno della Stazione, si accendeva la contestazione. Da una parte i Vigili del fuoco precari che conducevano una civile protesta, dall’altra un gruppo di cittadini e militanti di Fratelli d’Italia, capitanati dal consigliere comunale Massimo Ripepi che sono stati subito bloccati e contenuti dalle Forze dell’Ordine. “Siamo qui per avere un confronto con Renzi – ha affermato Ripepi – perché il confronto deve averlo con la Città, non con i membri del suo stesso partito. Renzi ha distrutto Reggio insieme ai suoi amministratori locali e a noi non sta bene che venga qui a fare le passerelle”.

Per motivi di ordine pubblico dovuti alle contestazioni, l’ex Premier non ha usato l’ingresso principale, ma bensì uno secondario e, arrivato in stazione ha preso posto sul treno senza concedersi ai giornalisti e alla gente presente al binario.

Il treno di “Destinazione Italia”, dopo Rosarno raggiungerà Capo Vaticano, da lì Renzi si sposterà in pullman fino a Cirò Marina e Catanzaro, il suo viaggio si concluderà domani con la visita al Santuario di San Francesco di Paola.

 

 

Leggi anche:

Lascia un commento