REGGIO – Firmato il contratto decentrato integrativo dei dipendenti comunali

E’ stato sottoscritto nel corso di questo pomeriggio presso la sede del Palazzo Municipale da parte della Delegazione Trattante di parte pubblica e le Organizzazioni Sindacali, il contratto collettivo integrativo decentrato (CCID) parte normativa 2017-19 dei dipendenti comunali, comprensivo dei criteri per l’avvio del procedimento di selezione ai fini della Progressione Economica Orizzontale e del Piano di utilizzo del Fondo Risorse Decentrate per l’anno 2017.

Si conclude così il lungo e complesso procedimento, avviato sul finire dello scorso anno, su impulso del Vice Sindaco con delega al Personale, Avv. Armando Neri.

Sulla ipotesi di contratto si era raggiunta la quadra già nei mesi scorsi, tuttavia si attendeva il parere del Collegio dei Revisori dei Conti, previsto dall’art. 40- bis del D.Lgs 165/2001, che lo scorso  30  agosto  ha espresso la positiva certificazione sulla relazione tecnico-finanziaria a sostegno.

A seguire la Giunta Comunale, con deliberazione n. 191 del 5 settembre 2017 ha autorizzato il Presidente della Delegazione Trattante di parte pubblica,   il Segretario Generale dott.ssa  Giovanna Acquaviva,  alla sottoscrizione del contratto.

Soddisfatto il Vice Sindaco Neri:

«Si è portato a termine un percorso congiunto che segna un  passo importante nei confronti dei rapporti con le organizzazioni sindacali  oltre ad attestare  con buon esito l’impegno teso  alla giusta valorizzazione dell’attività dei dipendenti  nel pieno rispetto del piano normativo vigente».

Il frutto che sarà immediatamente percepibile consiste nell’incentivazione della produttività mediante il sistema di valutazione della performance e della produttività individuale secondo le fasce di merito, non ultima la previsione che norma  i termini  in ordine alla indennità di disagio per i dipendenti che esercitano in maniera continuativa o prevalente  attività esterna.

«Concluso di fatto l’iter che ha portato per la prima volta nel  nostro comune  alla istituzione  delle Posizioni Organizzative a garanzia di un più efficiente dispiego dell’azione amministrativa  – continua Neri –  procediamo adesso ad attivare la Peo che valorizzerà i dipendenti rimasti fermi da quasi un decennio anche a causa delle note vicende oggetto di  contenziosi, che  l’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà, ha ormai archiviato con successo, restituendo ai lavoratori criteri di valorizzazione  certi e sostenibili ma soprattutto  secondo la legge ».

 

Leggi anche:

Lascia un commento