REGGIO – Dispositivi fissi per la sicurezza pubblica posizionati sul Corso Garibaldi

Il dirigente del Risorse Ue Mobilità Smart City del Comune di Reggio Calabria ha firmato l’ordinanza che dispone il posizionamento di sistemi fissi sul Corso Garibaldi, nel tratto compreso tra la via Aspromonte e la via Vollaro, a sud e a nord di tutte le traverse percorse dai veicoli in attraversamento del Corso stesso.

Il provvedimento si rende necessario, in coincidenza delle festività natalizie, per motivi di ordine e sicurezza pubblica, a seguito delle missive trasmesse dalla Prefettura di Reggio Calabria nelle quali sono fornite indicazioni in merito ai dispositivi e alle misure da porre in essere in occasione di manifestazioni pubbliche.
Oltre alle normative sulla sicurezza, i dissuasori sono un deterrente necessario ad evitare le frequenti infrazioni da parte di veicoli in transito sull’area individuata come isola pedonale. Un supporto al lavoro degli agenti del Comando della Polizia Municipale che nelle ultime settimane, su indirizzo dell’Assessore alla Polizia Municipale Nino Zimbalatti, hanno disposto un piano straordinario di controlli, coadiuvato da un rafforzamento della presenza delle Forze dell’Ordine nell’area del centro storico, per evitare il transito di veicoli nell’area ristretta al transito e alla sosta. 
«L’apposizione dei dissuasori fissi – ha commentato l’Assessore Zimbalatti – si è resa necessaria non solo per i motivi di sicurezza evidenziati dalla Prefettura, ma anche per arginare le infrazioni di tutti coloro che, evidenziando uno scarsissimo senso civico, si ostinano a violare l’area pedonale con automobili e motocicli mettendo a rischio la sicurezza dei tanti cittadini e turisti che in questo periodo natalizio affollano l’area del Corso Garibaldi».
I dispositivi fissi, temporaneamente posizionati, si trovavano già nella dotazione dell’Amministrazione comunale, e non hanno comportato un aggravio di spesa. Dopo le festività natalizie, al termine dei lavori per la riqualificazione del Corso Garibaldi, saranno sostituiti.

Leggi anche:

Lascia un commento