A Palazzo San Giorgio il convegno “M’illumino d’Europa”

Sinergie e integrazione per garantire un efficace contributo alla soluzione delle problematiche più stringenti che interessano i cittadini.

Palazzo San Giorgio ha ospitato il Convegno “M’illumino d’Europa, Sessant’anni dai Trattati di Roma”.

A discutere del futuro dell’Unione a sessant’anni dalla storica firma del 1957, sono accorsi lo scorso 25 ottobre, nella città dello Stretto, il prof. Enzo Cannizzaro, internazionalista della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Sapienza, il prof. Pier Virgilio Dastoli, presidente del Movimento europeo, il dott. Marc Arno Hartwig, team leader della Direzione generale sulla Migrazione della Commissione europea e la prof.ssa Marina Mancini docente di diritto dell’Unione europea nell’Università Mediterranea.

Nella suggestiva aula del Consiglio comunale di Palazzo San Giorgio, gli scenari futuri e futuribili dell’Unione europea sono stati tracciati in modo originale con occhio critico e costruttivo, affrontando i temi principali che animano l’attuale dibattito: dal Brexit alla migrazione, dal terrorismo alle riforme necessarie per garantire non solo una maggiore integrazione ma anche un più efficace contributo europeo per la soluzione delle problematiche più stringenti che interessano i cittadini.

Guidato dal prof. Daniele Cananzi, dell’Università Sapienza nonché responsabile accademico del Centro di documentazione europea dell’ISESP di Reggio Calabria, che ha introdotto e presieduto i lavori, il pubblico presente è stato invitato a guardare al futuro con speranza ma nella direzione di una maggiore e migliore qualità della partecipazione sociale.

Ed è proprio questa la strada e l’obiettivo della sempre più stretta integrazione europea che i Trattati di Roma hanno indicato sessant’anni addietro e che il convegno, anche a partire dai saluti dell’avv. Raffaele Cananzi, presidente dell’ISESP, del prof. Francesco Manganaro, direttore del DiGiEc e dal messaggio del presidente Nicola Irto a nome del Consiglio Regionale della Calabria, ha fatto emergere.

L’evento che si avvale del contributo della Rappresentanza italiana della Commissione europea, è stato organizzato dal Centro di documentazione europea dell’ISESP (Istituto superiore europeo di studi politici), dal Dipartimento DiGiE dell’Università Mediterranea e dall’ Europe Direct del Comune di Reggio Calabria – Assessorato alle Politiche Europee, anche in attuazione del Piano di ComunicazionePon Metro 2017.

Reggio Calabria 27 ottobre 2017

uffstampa@reggiocal.it

Leggi anche:

Lascia un commento