Nucaro interessato alla Reggina: ”Parlerò con Praticò. Ecco il mio progetto…”

Sembra proprio che la Reggina riscuoti ancora il vero interesse di qualche imprenditore. E’ il presidente del Corigliano (squadra che milita in Promozione) Mauro Nucaro, attivo nel settore dell’energia eolica, ad essere interessato a rilevare (in toto o in parte) la Reggina 1914 di Mimmo Praticò e soci. L’ex presidente del Cosenza ha parlato ai microfoni di Radio Reggio Più, alla trasmissione ‘C Basta’ condotta da Paolo Ficara, su quello che è l’interesse reale verso il club amaranto. Nucaro ha parlato esposto chiaramente le sue idee parlando di progetti e investimenti. Ecco le sue parole:

Sullo stadio di Corigliano – C’è l’intenzione di edificare uno stadio nuovo da 19.000 posti tipo quello di Istanbul. Una struttura coperta, con il centro commerciale al suo interno e tutto il resto. Una struttura a livello europeo che in Italia mancano, dove le famiglie possano venire comodamente a trascorrere la domenica e far divertire i propri figli. A parte quello della Juventus, gli altri stadi in Italia sono pietosi…

Sulla Reggina – La sto seguendo e sto vedendo che purtroppo, ultimamente, i risultati non stanno arrivando. Non so se è questione di organico o se ci sia qualcos’altro onestamente.

Con l’anno nuovo scenderò a Reggio per parlare con il presidente Praticò. Ho intenzione di investire o a Reggio o in Provincia. Ho già contatti con una squadra prima in classifica che è attrezzata per vincere il campionato e molto probabilmente lo vincerà. 

La mia offerta, se in toto o parziale, scaturirà in base ai conti. Ho le idee molto chiare, Gennaio non passerà… Reggio è una piazza che merita molto.

Per far si che la Reggina competa al vertice nella prossima stagione ci vogliono dai 3 ai 4 milioni di euro. Ovviamente però la vittoria non è certa, come hanno dimostrato diverse squadre nel corso degli anni. Per fare qualcosa di importante bisogna prendere qualche giocatore importante, di nome, mettendogli attorno giovani validi provenienti dalle Primavere delle squadre di Serie A. 

Credo che il presidente Praticò stia facendo cose egregie a livello amministrativo. E’ una persona, secondo quanto mi è stato riferito, che pensa prima a far quadrare i conti e poi a ripartire e credo faccia bene visti i tanti fallimenti da un anno a un altro delle squadre di questa categoria. Credo che se si uniscono le forze si farà ancora meglio, poi se si hanno le forze di andare avanti da soli è la stessa cosa. L’importante è fare le cose per bene, ponderate e programmate perchè se una squadra vince il campionato e l’anno dopo si presenta al campionato (di categoria superiore) chiudendo con 9 punti e retrocede non serve a niente. Ci vuole una programmazione seria che dura dai 3 ai 5 anni dove si stabiliscono i risultati che si vogliono ottenere (anche economici) avendo i soldi già in banca. 

Adesso sto gestendo il Corigliano come fosse un’azienda, al contrario di come ho gestito il Cosenza (ed il Corigliano stesso dodici anni fa). Un eventuale impegno con la Reggina non mi porterebbe a terminare il proseguo con il Corigliano. Lo utilizzerei come fonte di giovani, facendo giocare solo ed esclusivamente ragazzi del 1999-2000-2001. Visto e considerato che i settori giovanili, in Italia, sono ormai trascurati, Corigliano potrebbe essere un buon punto di riferimento per la Piana di Sibari e per tutta la fascia ionica cosentina per quei ragazzi bravi che poi potrebbero giocare in prima squadra con il Corigliano stesso in Promozione o Eccellenza per poi selezionare i più bravi e portarli a Reggio.

 

Leggi anche:

Lascia un commento