Scoperto maneggio abusivo all’interno del Parco Nazionale dell’Aspromonte!

I militari della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Reggio Calabria, nell’ambito delle attività di controllo economico/finanziario del territorio, all’interno del Parco Nazionale d’Aspromonte, in località Terre Rosse di Gambarie (RC), hanno scoperto un maneggio completamente abusivo e privo delle previste autorizzazioni alla realizzazione.

 L’opera abusiva è stata costruita su un’area di elevato pregio paesaggistico ed ambientale, ricca di vegetazione e nei pressi delle strutture attrezzate utilizzate dalle decine di turisti che, giornalmente, si recano all’interno del parco per respirare aria pura e godere delle bellezze della natura.

I Finanzieri, dopo accurate indagini, sono riusciti ad individuare l’autore dell’abuso  identificato in V.G. di 53 anni, nativo e residente a Reggio Calabria. L’opera abusiva è stata immediatamente sequestrata dalle Fiamme Gialle ed il responsabile denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria per violazione alla normativa che tutela i parchi e le aree protette nazionali.

Su richiesta dei militari della Guardia di Finanza, sono intervenuti sul posto rappresentanti del Comune di Santo Stefano in Aspromonte e dell’Ente Parco Nazionale d’Aspromonte che, preso atto dell’abuso, hanno avviato l’iter amministrativo di loro competenza per la demolizione dell’opera ed il ripristino dello stato dei luoghi.

Comunicato Stampa

Leggi anche:

Lascia un commento