Omicidio in provincia di Reggio Calabria: 3 colpi per “saldare il debito”

I carabinieri hanno arrestato l’autore dell’omicidio di Giuseppe Antonio P. di 50 anni, ucciso ieri sera nella frazione Fossato di Montebello Ionico. Si tratta di Giuseppe T.  incensurato, padre di 5 figli, che al momento dell’arresto ha consegnato l’arma usata ai carabinieri. I due si conoscevano ed alla base del gesto ci sarebbe stato un diverbio per un debito di poche migliaia di euro che la vittima aveva nei confronti di uno dei figli di Tripodi per dei lavori agricoli.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, Giuseppe T. affacciato al balcone di casa sua, avrebbe chiesto ad Antonio P. che era in cortile insieme ad altre persone, di saldare il debito.

La vittima – titolare di un frantoio chiuso recentemente e noto alle forze dell’ordine per vicende non gravi – avrebbe invitato l’altro a scendere per “chiarire definitivamente la questione”.
Tripodi ha preso una pistola cal. 7.65 regolarmente detenuta e ha sparato 3 volte colpendo la vittima all’addome.

(ANSA)

Leggi anche:

Lascia un commento