Laura Boldrini all’Unical di Rende parla della violenza sulle donne e del ponte sullo stretto

Si riapre il tema del ponte sullo stretto, dopo l’affermazione del presidente del consiglio Matteo Renzi, parla della questione anche la presidente della camera, Laura Boldrini, che all’Unical di Rende, apre il suo discorso con queste parole:

“Penso che il ponte sullo Stretto non sia una priorità in un’Italia dove il dissesto idrogeologico continua a fare danni. La priorità è mettere in sicurezza i cittadini”.

La dottoressa Boldrini ha poi annunciato la propria presenza alla manifestazione contro la violenza di genere indetta dalla Regione Calabria per il 21 ottobre a Melito Porto Salvo a seguito del caso della 13enne violentata.

Come riporta Ansa, la presidente ha affermato, a seguito della vicenda:

“E’ una storia terribile – ha detto – di una bambina violentata per anni nel silenzio, nella paura di denunciare qualcuno che poteva danneggiare la famiglia, il figlio di un boss. Trovo doveroso per le istituzioni stare accanto alle vittime e alle comunità che si ribellano”.

In tema di violenza alle donne la Boldrini ha anche sostenuto che:

“L’emancipazione non può essere delegata; ogni giorno, ogni donna deve mettere in atto questa consapevolezza”.

Prima di rientrare a Roma la Boldrini ha pranzato nella mensa universitaria.

Leggi anche:

Lascia un commento