Intenzioni di voto: ecco i primi dati del post dicembre

Sta per arrivare l’Epifania che “tutte le feste si porta via” ma oltre alle feste, vengono portate via anche le prime intenzioni di voto, proprio della settimana pre-festiva, in particolare fra il 18 e il 24 dicembre dell’anno appena trascorso, alcuni fra gli istituti statistici italiani, hanno approssimato le intenzioni di voto degli Italiani.

Cosa certa è il crollo vertiginoso del Partito Democratico che sull’onda dello scandalo Boschi, attesta i suoi consensi su un timido 24,2 % . Non deludono i 5 stelle, con una crescita lieve ma costante, grazie anche al cambio di regolamento e all’apertura del 31 enne Di Maio a nuove alleanze, il partito grillino sfiora il 28 % dei consensi (27,7) . Il ritorno del berlusca porta con sé un ampio ventaglio di consensi, il leader maximo di Forza Italia si attesta sul 15% dei consensi, anche se tutt’ora, vista l’incandidabilità del cavaliere, non è ben chiaro chi possa essere il sostituto.

I partiti minori marciano in condizioni differenti; bene Fratelli d’Italia e Liberi e Uguali, quest’ultimo, trainato dal ritorno di Bersani, sfiora il 6,9% dei consensi.

Leggi anche:

Lascia un commento