Crisi Grecia, ecco la situazione analizzata da Reggioinforma.net !

Da molti giorni ormai in trasmissioni radiofoniche, in televisione, ma anche in numerosi giornali, (soprattutto le testate nazionali) sentiamo la notizia della crisi greca, giunta ormai ad un baratro, eppure il perché di questo e soprattutto i dettagli ci vengono quasi sempre celati, o per noia da parte di chi lo scrive o per una campagna mediatica volta a dare meno informazione possibile, allo scopo di tenere ben alta la nomina e il volto dell’Unione Europea.

Unione Europea… e allora perchè il coinvolgimento degli Stati Uniti? Addirittura del primo presidente Barack Obama?

Il coinvolgimento non è soltanto dell’Unione Europea ma della più grande e vecchia FMI ovvero Fondo Monetario Internazionale, organizzazione fondata oltre settant’anni fa allo scopo di essere l’ultimo bacino per le nazioni che si dovessero trovare in difficoltà fornendo aiuti economici per fronteggiare il debito.

La Grecia è stata addirittura uno dei paesi fondatori della suddetta organizzazione ed è entrata nella FMI addirittura nel 1945 dettando i principi base dell’organizzazione, quegli stessi principi che la stanno vedendo adesso precipitare nel più grande crack finanziario della storia.

La FMI ha prestato alla Grecia ben oltre 1,6 miliardi di euro, prestito che è stato emanato due anni fa e che la sua scadenza recitava: “00:00 1-06-2015 patto che ovviamente la Grecia non ha saldato per la mancanza della liquidità nelle casse statali.

Oggi ci sarà la riunione dell’euro gruppo per decidere la prossima mossa per fronteggiare la crisi greca, intanto i greci aspettano il referendum del 4 luglio, quello del SI o del NO rispettivamente (SI=accettiamo i sacrifici per restare nell’Euro, NO=basta sacrifici usciamo dall’Euro con tutte le conseguenze successive).

Restate aggiornati su ReggioInforma.net per ulteriori news!

Leggi anche:

Lascia un commento