53a edizione Fiera TTG di Rimini – La Regione Calabria presenta la sua offerta turistica

Da domani , 13 ottobre fino al 15, la Calabria presenterà la propria offerta turistica alla fiera TTG di Rimini , tra le più significative fiere in cui vengono presentate le più importanti novità in materia di turismo. La fiera coinvolge più di 2400 imprese con la partecipazione di più di 100 paesi. L’obiettivo della TTG, celebre per il B2B (Business to business), è quella di promuovere al meglio il territorio italiano con esposizioni, workshop e convegni.

All’interno, circa sessanta aziende calabresi presenteranno l’offerta turistico/ricettiva. La Regione Calabria sarà ospitata, con il proprio stand, nel padiglione “C7”. Oltre ad offrire natura e litorali di straordinaria bellezza, la regione si caratterizza per una ricchissima offerta culturale, lascito di una storia millenaria che ha conosciuto molteplici invasioni, influenze e tradizioni. La Calabria conserva le tracce del passaggio e dell’insediamento di popoli e culture diversi, provenienti soprattutto dal Bacino del Mediterraneo, ma è anche terra di grande fervore ed eredità cristiane.  Accanto ai percorsi per gli amanti dello sport e della natura, la zona offre anche itinerari culturali e religiosi di grande suggestione, in grado di incantare anche i non credenti: santuari incastonati nelle grotte, sentieri di pellegrinaggio, leggende e riti suggestivi si declinano in un patrimonio artistico/culturale di grande fascino.

Una ricchezza culturale quella calabrese, che si riflette anche nell’offerta enogastronomica proposta attraverso degustazioni mirate del patrimonio enogastronomico locale. Durante i giorni della fiera verranno infatti organizzate degustazioni pensate per diffondere il “gusto della tradizione calabrese”. Formaggi tipici, come il caciocavallo ed il Pecorino fresco Dop, salsicce e soppressate Dop ed ancora olive, peperoncini, fichi farciti con mandorle e noci, tronchetti di liquirizia naturale fino ad arrivare ai raffinati vini prodotti da vitigni autoctoni quali il “magliocco” delle terre di Cosenza Doc, le uve di gaglioppo vinificate nel Cirò Doc ed ancora i meravigliosi passiti da quello di Saracena, prodotto sulle pendici del Pollino a quello di Bianco, tipico delle coste della locride, tutte uve che costituiscono un patrimonio inestimabile di questa terra.

Leggi anche:

Lascia un commento