Reggina, Praticò: “Martino aveva ottimi progetti che non potevamo sostenere. Zeman ? Ci sono rimasto male. Ritorno di Foti ? Aperti a tutti”

Il presidente della Reggina Mimmo Praticò ha parlato così a Radio Antenna Febea nella trasmissione di questo pomeriggio:

Su Reggina-Catanzaro – Non ho visto il primo tempo per via dei 200 tifosi arrivati all’ultimo momento che dovevano ancora fare i biglietti. Così ho aiutato gli addetti per velocizzare il tutto. Nel secondo tempo mi è sembrato di vedere una squadra determinata. Dopo il pareggio abbiamo accusato il colpo ma abbiamo trovato un gran gol con Porcino. Faccio i complimenti a tutta la squadra.

Catanzaro ? Squadra molto forte, la vedo tra le prime 6 nella classifica.

Momento “no” dell’anno scorso ? Ad otto giornate dalla fine eravamo terzultimi in un momento difficilissimo, si rischiava di retrocedere e probabilmente il calcio a Reggio rischiava di scomparire. La società ha deciso di riconoscere dei premi “fuori bilancio” per incentivare la squadra a salvarsi e ci siamo riusciti, ma non solo visto, che siamo arrivati a due punti dai playoff.

Dichiarazioni di Zeman sulla rottura dello spogliatoio ? Ci sono rimasto male perché dovevo essere il primo ad essere informato…

A Gabriele Martino il merito della gestione della squadra.

Separazione con lui? È avvenuta verso la fine di Maggio perché il direttore aveva fatto delle proposte ottime per il futuro ma che la società non poteva sostenere. Siamo stati costretti a valutare altre soluzioni senza mancare di rispetto a nessuno. Il direttore verso la fine del campionato ha parlato di alzare l’asticella però economicamente non ce lo potevamo permettere.

Sul coordinatore dell’area tecnica – Il 31 Gennaio ho incontrato Basile a Milano per la prima volta. Ogni tanto mi chiamava da tifoso per manifestarmi la sua delusione quando perdevamo. Mi ha dato un’impressione di una persona preparata e conoscitore del mondo del calcio. Mi auguro che possa avere un gran futuro insieme alla Reggina.

A noi piacerebbe mettere in campo esperienza. Prima della fine del mercato mi avevano proposto un’attaccante a 70.000€ l’anno più bonus. I giovani ti danno una possibilità di spendere di meno ed hanno più entusiasmo.

Bianchimano ? Ha deciso di mettersi al nostro servizio e lo ringrazio. Non è stato mai fuori squadra, si allenava solo a parte.

Ho sentito anche che certa gente fomentava su Porcino e De Francesco, tant’è che i due ragazzi erano svogliati ed avevano iniziato col piede sbagliato e anche qui la società è intervenuta nel rispetto dei ruoli e dei pensieri dei calciatori. Stiamo lavorando per il rinnovo di entrambi.

Ritengo che il pessimismo debba essere messo da parte, bisogna dare una mano a questa società (non economica). La squadra ha bisogno di sentire entusiasmo intorno a lei, dobbiamo salvare la categoria. Il 90% della città è entusiasta ma non tutti vengono allo stadio.

Chiusura della gradinata ? L’anno scorso abbiamo fatto 400 abbonamenti in gradinata ed a guardarla mi sembrava un cumulo di anime in pena. Io da piccolo andavo sempre in gradinata. Quest’anno abbiamo fatto un sacrificio a dedicare il primo settore della tribuna ai vecchi abbonati della gradinata al prezzo della gradinata stessa. Se ci fossero 1000 abbonati in gradinata, riaprirei il settore e metterei a 100 euro gli abbonamenti.

Campagna abbonamenti ? La città si è dimenticata da dove siamo partiti nel 2015. A prescindere dal numero di persone che vengono allo stadio, che siano 100, 500 o 1000, li ringrazio comunque.

Costo medio per raggiungere la salvezza ? La Lega ha fatto uno studio che il costo medio per rimanere in Serie C è di 2 milioni di euro. Questa cifra potrebbe essere quella più reale per portare a compimento il campionato.

Questo è un anno difficile, tutti dobbiamo aiutarci in modo tale da dare continuità al calcio cittadino.

La Serie B rimane un sogno che spero si materializzi il prima possibile ma dobbiamo restare con i piedi per terra.

Ritorno di Foti in società ? Noi siamo aperti a tutti, ma dipende dall’offerta…

Ho due obiettivi: pagare tutto e tutti entro Giugno ed arrivare a Maggio con almeno 42 punti per ottenere la salvezza.

Maesano è un bravissimo ragazzo che ha fatto bene. Per lui c’è stata la possibilità di mandarlo a giocare in Serie C in una squadra che ha fatto grandi investimenti, ma è voluto rimanere a Reggio.

Sulla protesta della Curva – I ragazzi della Curva sono incomiabili. Mi dispiace che i ragazzi ogni tanto prendano queste decisioni ma li capisco. Forse sarebbe opportuno valutare. Credo che l’amore debba superare l’ostacolo, la squadra ha bisogno della Curva.

È importante che ci sia un ritorno di fiamma verso questa squadra indipendentemente dal presidente.

Maurizi ha pagato per allenare ? Dimostratemelo con i fatti. Maurizi non ha portato neanche un centesimo per lavorare in questa società.

La Reggina è dei tifosi, ma non deve essere una pretesa…

Campo 6 del Sant’Agata ? Non dipende da noi, ma dalla Magistratura. È certo che nel caso in cui lo sbloccassero potremmo lavorare meglio.

 

Leggi anche:

Lascia un commento