Reggina, Bianchimano: “Mi trovo bene a Reggio, ma il sogno è tornare al Milan. Domenica punti fondamentali per la salvezza”

Andrea Bianchimano, attaccante della Reggina, è stato intervistato da footballscouting.it sulla sua esperienza a Reggio Calabria con la maglia amaranto. Ecco le sue parole:

Sulla prossima gara contro la V.Francavilla – Sicuramente dovremo entrare in campo con la stessa voglia con cui siamo entrati nelle ultime partite. . Domenica scorsa abbiamo perso a Foggia che è prima in classifica però penso che l’atteggiamento sia stato più che positivo, al di là della sconfitta. Contro la Virtus Francavilla, diretta concorrente, dobbiamo scendere in campo con lo stesso atteggiamento e conquistare i tre punti che, saranno super fondamentali per la nostra salvezza.

Sul calo delle scorse giornate – Noi tutti i giorni continuiamo a lavorare bene cercando di migliorare sempre ogni minimo dettaglio. Penso sia stato anche un problema di calo fisico perché, secondo me, forse caricando molto in settimana, arrivavamo alla domenica un po’ stanchi. Ma ora stiamo recuperando bene.

Sull’ambientamento a Reggio – I primi tempi l’ambientamento è stato un po’ duro, perchè c’è molta differenza tra Nord e Sud e poi stavo qui da solo, lontano da casa e dalla famiglia. Però adesso posso dire di essermi ambientato davvero bene qui a Reggio Calabria.

Sul suo obiettivo stagionale – Il mio obiettivo è quello di giocare sempre ed aiutare e sostenere i miei compagni. Ho l’allenatore e lo staff che mi seguono costantemente e spero di fare qualche gol in più da qui alla fine della stagione.

Sul rapporto con mister Zeman – Un bel rapporto, parliamo spesso del mio rendimento in campo. Anche con tutti gli altri mister che ho avuto sono rimasto in buoni rapporti.

Sul Milan – Si certo il mio sogno sarebbe quello di tornarci. L’anno scorso ho passato un anno bellissimo nella Primavera del Milan. È stato molto emozionante perchè ho anche avuto modo di incontrare tanti giocatori della prima squadra e di allenarmi insieme a loro. L’ideale sarebbe quello di tornare a Milano.

Il gol più importante è stato quello che ho segnato l’anno passato quando giocavo nella Primavera del Milan ed ho segnato contro il Cagliari. Ho segnato il gol del 3 a 2 che ha permesso di portare a casa i tre punti. Ed eravamo rimasti anche in inferiorità numerica, dieci contro undici. Quella vittoria ci ha permesso di qualificarci alla fase finale.

A chi mi ispiro ? Io seguo tutte le partite, di Serie A e di Serie B e guardo tutti gli attaccanti e cerco di prendere spunto da loro ma non ne ho uno in particolare.

Ambizioni per il prossimo anno? Ancora è presto per parlarne. Iniziamo a salvarci quest’anno poi dopo ne parleremo.

I miei hobby ? Il calcio è tutto per me, si mi piace anche ascoltare la musica ma il calcio viene prima di tutto.

Lascia un commento