Reggina-Vibonese, la presentazione del match: amaranto contro rossoblù, chi sbaglia paga…

20170319_143125

La presentazione del match…

Reggina-Vibonese, gara valida per la 30esima giornata di campionato, è il primo derby tra amaranto e rossoblù al Granillo tra i professionisti. Nonostante sia un derby, i precedenti sono solo 4 (compreso il match d’andata) con una vittoria per parte, 2 pareggi e 4 reti in totale per entrambe. La gara si è disputata in Serie D (con gli amaranto denominati “Reggio Calabria”), in Coppa Italia di Lega Pro (il 24 Agosto 2016) e, appunto, nel campionato odierno. Le due squadre, appunto, si sono già incontrate all’ 11esima giornata (30 Ottobre 2016), con la vittoria dei “leoni” (così soprannominati) allo stadio “Luigi Razza” per una rete a zero. Nella scorsa stagione in Serie D le due formazioni calabresi si sono scontrate nei match d’andata e di ritorno facendo maturare: all’Oreste Granillo di Reggio Calabria il risultato di 1-0 con rete di Arena su rigore, mentre a Vibo Valentia il risultato di 1-1 con le marcature di Allegretti e Maesano. Nel derby di oggi, scenderanno in campo la quart’ultima e l’ultima della classe rispettivamente con 27 e 22 punti. La Vibonese ha interrotto, solo nell’ultima giornata, la serie negativa di 3 sconfitte consecutive, con la vittoria per 2-0 contro la Virtus Francavilla. 2-0 è anche il risultato dell’ ultima gara della Reggina, uscita sconfitta da Matera nel posticipo della scorsa domenica. Amaranto che, attualmente, hanno la difesa peggiore rispetto ai rossoblù (con 45 gol subiti contro 40) ma, in compenso, hanno realizzato più reti (31 contro 17). I 22 punti della Vibonese sono frutto di 5 vittorie, 7 pareggi e 17 sconfitte mentre i 27 della Reggina da 5 vittorie, 12 pareggi e 12 sconfitte. Mister Campilongo ritrova il suo bomber Andrea Saraniti, in gol all’andata, che ha scontato le tre giornate di squalifica (per lui 6 reti in campionato). Entrambi gli allenatori, Zeman e Campilongo, opteranno, molto probabilmente, per lo stesso modulo, ovvero il 3-5-2. Campilongo potrà attuare, del resto così come nella scorsa gara contro il Francavilla, questo modulo con: Russo tra i pali, difesa con Silvestri, Manzo, Franchino, a centrocampo Legras, Yabre, Giuffrida, Viola, Minarini ed attacco con Bubas e Sowe. Mister Zeman invece, spera di contare sul recupero di Botta e De Francesco, pedine fondamentali del centrocampo amaranto. Oltre a loro, Bangu, Porcino e Maesano dovrebbero essere i componenti del centrocampo a 5, mentre De Vito andrà a formare, insieme a Kosnic e Gianola, la retroguardia difensiva. Bianchimano e Coralli, dopo gli allenamenti svolti in settimana per migliorare l’intesa, dovrebbero invece, comporre il reparto offensivo della squadra. L’arbitro sarà il signor Fabio Piscopo di Imperia, coadiuvato dagli assistenti Imperiale di Genova e Fantino di Savona.
Il signor Piscopo tra l’altro, ha già diretto due gare della Reggina al Granillo: la vittoria per 2-0 nel derby contro il Messina del 4 settembre 2016 e la vittoria casalinga contro il Martina Franca del 6 gennaio 2015.

You may also like...

Lascia una risposta