LEGA PRO GIRONE C – Le decisioni del Giudice Sportivo. Ammende per un totale di 6.000€…

Di seguito, i provvedimenti del Giudice Sportivo dopo le gare della ventinovesima giornata del girone C del campionato di Lega Pro:

PROVVEDIMENTI VERSO CALCIATORI:

Due giornate di stop: Aya (Fidelis Andria)

Una giornata di stop: Musacci (Messina), Lorenzini (Casertana), Romeo (Melfi), Cianci (Fidelis Andria), Mazzarani (Catania), Van Reesbeck (Catanzaro), Albertini (Virtus Francavilla), Silvestri, Viola (Vibonese)

 

​PROVVEDIMENTI VERSO SOCIETA’:

CATANZAROIl Giudice Sportivo, letto il rituale rapporto del Commissario di Campo e del Collaboratore della Procura Federale in ordine agli incidenti provocati dai sostenitori della società Catanzaro al termine della gara nell’area parcheggio dell’impianto sportivo, riservata ogni decisione in merito, dispone che, al fine di ogni opportuna valutazione dei fatti stessi, venga acquisito a cura della Procura Federale un supplemento di indagini, anche mediante acquisizione dei rapporti delle forze dell’ordine.

Ammenda di 2500 euro per il LECCE perchè propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore tre petardi, senza conseguenze; gli stessi, durante la gara, intonavano un coro offensivo verso l’istituzione calcistica“.

Ammenda di 1000 euro per il FOGGIA perché propri sostenitori in campo avverso introducevano e accendevano, nel proprio settore, diversi fumogeni alcuni dei quali venivano lanciati nel recinto di gioco, senza conseguenze“.

Ammenda di 1000 euro per la JUVE STABIAperchè al termine della gara un gruppo di sostenitori, in segno di protesta verso i propri calciatori, lanciavano alcune bottigliette in plastica semipiene sul terreno di gioco, senza conseguenze“.

Ammenda di 500 euro per il CATANIA perchè propri sostenitori, in campo avverso, danneggiavano i servizi igienici del settore dello stadio a loro riservato (obbligo risarcimento danni se richiesto)“.

Ammenda di 500 euro per la VIRTUS FRANCAVILLA “per aver causato ritardo sull’orario d’inizio della gara nonostante il sollecito dell’arbitro“.

Ammenda di 500 euro per il TARANTO perchè propri sostenitori, al termine della gara, lanciavano sul terre no di gioco una bottiglietta piena d’acqua, senza conseguenze“.

(Immagine mondo Udinese)

You may also like...

Lascia un commento