REGGINA, ESCLUSIVA – Salvatore Basile: “Non vediamo l’ora di regalare soddisfazioni a questa città. Qualche insofferenza di mercato per Bianchimano, e su altri arrivi..”

IMG-20170724-WA0011

Di Roberto Foti – Salvatore Basile, si concede ai microfoni di ReggioInforma a 360 gradi. Tanti sono i temi toccati in quest’intervista dal Responsabile dell’Area Tecnica della Reggina 1914, che ringraziamo per la disponibilità

Nella prima domanda chiedo un suo giudizio personale sul lavoro che insieme alla società ed il mister ha fatto in questa sessione di mercato, inoltre non ancora conclusa.

Abbiamo fatto fin’ora un buon lavoro, almeno sulla carta. Poi giudicherà il campo. Poco tempo fa è stato stilato il punto della situazione di tutte le operazioni fatte. Stiamo finendo di fare le nostre cose, ci sono ancora 20 giorni di mercato e abbiamo tempo di completare, ove possibile, la squadra.

Venire a Reggio, a lavorare per la Reggina, immagino sia un grande orgoglio per tutti, data la storia di questo club. Quali sono state le sue impressioni, giorno 10 Giugno, data della sua presentazione insieme al mister?

Le impressioni sono ottime, l’ho detto e lo ripeterò finchè avrò fiato. Questa è una piazza importante che vive di calcio e non vedo l’ora di fare le partite ufficiali e di iniziare a giocare e far parlare il campo. I ragazzi si stanno allenando alla grande. Il mister e lo staff stanno facendo un lavoro ottimo e quindi non vedo l’ora di dare soddisfazione a questa gente, Reggio Calabria e i tifosi meritano il meglio e sono convinto che ci staranno molto vicini.

Si è trovato bene, almeno fin’ora, a livello lavorativo, in questo nuovo ambiente?

Non bene, di più: benissimo. 

All’arrivo a Reggio, con la società, ha approntato un progetto pluriennale magari con l’intento di alzare l’asticella gradualmente o l’idea è quella di procedere stagione per stagione?

Si è iniziato un discorso e speriamo di continuarlo nel tempo, senza particolari assilli. Nel calcio si sente spesso parlare di progetti o programmazione e tante volte le cose non vengono mantenute. Il profilo della società è perfetto perchè ha iniziato a costruire qualcosa e piano piano si andranno ad inserire dei tasselli.

Sin dal suo arrivo penso abbia notato che Reggio è una piazza importante e calda anche a livello di tifo. Che risultati pensa si possano ottenere da questa campagna abbonamenti?

Io non faccio previsioni sui numeri. Mi attengo a quelli dello scorso anno che erano positivi. Secondo me si sta creando un bell’entusiasmo, sentivo gente parlare e partecipare attivamente. Penso che questi primi giorni e nelle prime amichevoli fatte delle buone cose. Vogliamo far vedere ai tifosi che i ragazzi insieme alla società “sputeranno sangue” pur di ottenere dei risultati.

Avete costruito questa nuova Reggina praticamente con tantissimi giovani: gli over sono pochi (con Pasqualoni si arriva a quota sette), e comunque di questi, i più giovani hanno 27 anni (Sciamanna e Fortunato), proprio a conferma di questa teoria. Cosa risponde a chi giudica un po’ azzardata, e inadatta ad un campionato di Serie C/gir. C questa mossa di aver formato una rosa giovane a cospetto di una con magari qualche innesto di esperienza maggiore?

Rispondo che è questa è una cultura italiana, nella quale si pensa che un ragazzo di 23/24 anni è giovane. Negli altri paesi europei fanno giocare ragazzi di 17/18 anni titolari in Europa League e per noi non possono giocare in Serie C. Sentiamo parlare sempre dei giovani, ma bisogna avere il coraggio di schierarli questi giovani. Noi abbiamo insieme alla società un mister che ci crede in queste giovani promesse, che vanno sostenute.

In merito al calciatore argentino Gonzalez, ci sono novità? 

Il ragazzo è molto serio. Si sta allenando; viene dall’altra parte del mondo. Non è mai facile fare queste operazioni a scatola chiusa, l’abbiamo visionato nelle immagini, nei video ma volevamo testarlo di persona. Nei prossimi giorni vedremo e valuteremo. Abbiamo poco margine d’errore.

Ci sono altri obiettivi di mercato? Si sta lavorando ancora in tal senso o la squadra può ritenersi completa?

Io non vedo l’ora che finisca il mercato perchè stiamo cercando di dedicarci ancora meglio alla squadra, che in questo periodo è stato fatto in modo blando per necessità varie. Se si potrà fare qualcos’altro e si troveranno i margini lo faremo.

Per quanto riguarda la situazione legata a Porcino, De Francesco e Bianchimano, ci sono novità dall’ultima conferenza in termini di rinnovo o di qualche richiesta importante verso uno dei tre?

Nessuna novità, tranne per Bianchimano che mostra qualche piccolo segno di insofferenza dato che ha avuto qualche sirena di mercato e il ragazzo si è un po destabilizzato. Son comunque cose che possono capitare.

Amato resterà aggregato alla prima squadra?

Amato è un patrimonio della Reggina, si allena con la prima squadra e siamo contenti di quello che sta facendo. Continueremo a farlo crescere.

Da Messina pare siano sicuri gli arrivi di Maesano e Licastro, con punto interrogativo Oggiano: conferma o smentisce?

Non so nulla in tal senso. C’era stata un’idea di scambio con il Monopoli per Maesano, ma non è andata a buon fine. Il resto valuteremo.

Ringraziamo ancora una volta la Reggina 1914 e il direttore Salvatore Basile per la disponibilità e la cordialità mostrata.


 

La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è consentita solo previa citazione della fonte ReggioInforma.net.

Roberto Foti

Fondatore presso: ReggioInforma e collaboratore presso: TuttoReggina, TuttoMercatoWeb e TuttoLegaPro

You may also like...

Lascia una risposta