Il DDL concorrenza è legge, da RCA a telefonia, cambia tutto (dettagli)

penna-stilografica

Il ddl concorrenza passa al Senato con una maggioranza di soli 146 voti contro 113 No.Appena due voti in più rispetto ai 144 che hanno consentito il via libera alla Manovra. Il risultato di oggi è stato più basso rispetto alle due precedenti fiducie chieste dal governo sui decreti Sud (154) e Banche venete (148). Nei corridoi di palazzo Madama si esprime preoccupazione in vista del voto che verrà richiesto a settembre sulla legge di Bilancio. Oggi i senatori presenti in Aula erano 263 mentre 259 i votanti. Il provvedimento è dunque passato con uno scarto di soli 33 voti.

Il ddl concorrenza è stato approvato a due anni dalla sua nascita e dopo vari stop and go. Le ultime novità approvate dalla Camera a fine giugno riguardano vari capitoli: sulle assicurazioni si chiarisce che le polizze sui rischi accessori non si rinnovano tacitamente ma si risolvono automaticamente alla loro scadenza; sull’energia si prevede la fine dell’obbligo di passare al mercato di salvaguardia per quei consumatori che al 1° luglio 2019 non avranno ancora scelto il proprio fornitore; la modifica sul telemarketing sopprime un comma con cui venivano stabilite alcune caratteristiche necessarie delle telefonate non sollecitate dagli stessi clienti e infine, l’esercizio dell’attività di odontoiatra da parte delle società viene consentito solo se sono dotate di un direttore sanitario iscritto all’albo.

Ecco le altre misure già previste:

STOP A MERCATO TUTELATO ENERGIA E MONOPOLIO POSTE: La fine del mercato tutelato dell’energia elettrica e del gas e’ fissata per il 1° luglio 2019. Un altro stop va al monopolio di Poste sull’invio di multe e notifiche, previsto per settembre 2017.

SCONTI RC AUTO AL SUD E CON SCATOLE NERE: Sconti per chi installa la scatola nera e per i ‘virtuosi’ che non causano incidenti da 4 anni e vivono nelle province a piu’ alto tasso di sinistri. Entro un anno dall’entrata in vigore della norma, il governo adotterà un decreto sull’obbligo di installare la scatola nera. Per risarcire i danni non patrimoniali da sinistri stradali si userà la tabella del Tribunale di Milano.

NESSUNA MODIFICA A SOCIETA’ INGEGNERI E AVVOCATI: Le prime restano fuori dal controllo dell’Ordine, le seconde continuano a dover avere fra i soci, per almeno due terzi del capitale sociale, avvocati iscritti all’albo.

NOTAIO NECESSARIO ANCHE PER SRL SEMPLIFICATE: Per costituire srl semplificate servirà l’intervento del notaio. Non è passata la possibilità di farlo solo mediante scrittura privata.

FARMACIE, TETTO 20% A SOCIETA’ CAPITALI: Le società di capitale potranno controllare le farmacie, ma dovranno rispettare un tetto del 20% su base regionale. I farmaci di Fascia C continuano a essere venduti solo in farmacia.

BOOKING, OK A NORMA PRO ALBERGATORI: la norma ‘Booking’ vieta il ‘parity rate’. Gli albergatori potranno praticare prezzi e condizioni migliori rispetto a quelli offerti anche online.

SCOMPARSA ANTI-SCORRERIE: Grande assente è la norma anti-scorrerie volta alla tutela delle società quotate italiane. “E’ pronta, deve trovare il veicolo giusto” garantiva lo scorso maggio il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda.

(ANSA)

Christian

Collaboratore presso ReggioInforma.

You may also like...

Lascia una risposta